Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /404

Per il murale al giorno di oggi 10 maggio, siamo andati fino a Ponte Mammolo, poi percorrendo via di Casal De’ Pazzi, siamo rientrati in quel fazzoletto del quartiere Pietralata che sta sulla riva destra del fiume Aniene, perché in via Ciciliano c’era la meta del nostro viaggio, un grande pezzo realizzato da una nostra conoscenza, già comparsa nel progetto FotografiaErrante alcuni giorni fa (vedasi Murale al Giorno 401 del 4 scorso). L’argentina Gisel Rosso ha dedicato la sua opera ad una giovane vita stroncata dal terremoto che lo scorso agosto distrusse Amatrice, Pescara del Tronto e tanti altri centri della zona a cavallo fra Lazio, Umbria e Marche. La bambina vittima del sisma, di nome Giulia, cui è dedicato il murale abitava proprio nella attigua via Palombini.

Il comitato Mammut (di loro abbiamo parlato approfonditamente in quattro articoli pubblicati fra giugno e novembre 2015, quando tra l’altro presentammo i murales di Aladin, Blu e Zerocalcare) che opera attivamente nel quartiere, è stato promotore dell’evento.

 

il pezzo di Gisel

_________________________________

      

particolari

Un pensiero su “Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /404

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *