Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /431

Il “murale al giorno” (doppio per giunta) di oggi, un  plumbeo 3 novembre, siamo andati a scovarlo nella estrema propaggine sud est del quartiere istituzionale Prenestino-Labicano in quella fetta di territorio urbanizzata negli anni  70 del secolo scorso, 1973 per l’esattezza, dove nacque un agglomerato di edilizia economica e popolare burocraticamente chiamato “Casilino 23”, divenuto poi, per volere dei residenti, “Villa De Sanctis”. In mezzo a quei freddi palazzoni, di fronte al mercato ortofrutticolo di zona, c’è un vecchio casale di origini settecentesche che, tra mille vicissitudini, è riuscito a sopravvivere agli artigli della speculazione edilizia dei palazzinari nostrani. Dopo restauri vari intervallati da atti vandalici operati da gente che si opponeva alla socializzazione nel quartiere, la neonata Associazione Culturale Casale Garibaldi che accomunava varie realtà operanti nella zona, dalle ACLI ai ferrovierri, dalle donne per la pace alla Comunità Capodarco. ottenne la gestione del Casale e diede vita, con l’aiuto degli abitanti del quartiere, ad uno splendido giardino costellato di alberi  che costituisce il parco che circonda il casale.

Il Casale Garibaldi è un vero e proprio centro di aggregazione per gli abitanti del quartiere e non solo; ai corsi che vi sono organizzati giunge gente anche dai quartieri limitrofi; i corsi che si svolgono con regolarità nel sito spaziano dall’archeologia alla storia, dal benessere del corpo a quello della mente, dal teatro al cinema,  dalla fotografia alla pittura, dal bere bene al riconoscimento dei funghi; e potremmo continuare ancora per molto. C’è poi uno sportello che tratta i diritti dei consumatori e quello di ascolto e per l’aiuto alle donne vittime di violenze fisiche e psicologiche.

Da qualche tempo presso il Casale Garibaldi è divenuto realtà anche l’interesse per l’arte ipercontemporanea che esprime la sua massima forza attraverso la esposizione dei cosiddetti “pezzi” sui muri esterni degli edifici così dal renderli immediatamente fruibili dalla popolazione senta intermediazione. Due sono i pezzi attualmente presenti nel sito; iniziamo dal primo realizzatovi, sembra da qualche mese, e perfettamente incastonato su una difficile parete piena di finestre. Suo autore è Murphy.

il pezzo di Murphy

particolare

_____________________________

Il secondo pezzo, realizzato nel corso dello scorso Week End, è un affresco solare opera di Alice Pasquini, carico di colori caldi che portano immediatamente il nostro pensiero ad una città a misura di individuo; eccolo

il pezzo di Alice

 

angolo verde

         

particolari

___________________________________________

il Casale Garibaldi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *