Per luoghi misteriosi /67

Nuovo sito

Questa sera festeggiamo a modo nostro la fine di un prolifico 2019; e lo facciamo andando a visitare un luogo abbandonato, un ex centro direzionale molto importante per l’economia di questo disastrato paese caduto, non si sa come, in mano agli idioti e ai cattivi.

Avevamo visto di recente girare per il web immagini relative a questo luogo abbandonato; non avevamo visto però nessuna fotografia relativa ad eventuali graffiti presenti nel sito, solo arredi distrutti, muri grigi e tanto, tanto disordine; quindi si è reso necessario un nostro intervento diretto per verificare quale fosse lo stato delle cose e per dimostrare che basta poco per trasformare una banale visita in un banale luogo abbandonato in una spettacolare visita in un museo di arte ipercontemporanea.

Andiamo quindi alla scoperta di questo luogo fatto di bui sotterranei dove ancora si trova un sacco di materiale principalmente pubblicitario, ampi corridoi e due palazzi fitti come alveari dove le stanze si susseguono tutte uguali, dove piccoli automi, quattro a quattro, fino a metà del 2005 se ne stavano seduti dietro una scrivania, davanti a un computer, a combattere con il nulla.

Ah, dimenticavamo la notizia più importante; questa volta non siamo soli; ci accompagna nella nostra visita, un ospite d’eccezione, un artista da noi molto stimato e che oggi, per nostra fortuna, ci è sfuggito spesso di mano; lui è Gojo. E ora andiamo!

Basta superare quella rete malferma che sii apre come la porta di un saloon e ci si rende subito conto che qui di graffiti ce ne sono un bel po’ e che, vista la vastità del sito, probabilmente ne perderemo più di qualcuno; ma non importa, torneremo presto e metteremo una pezza a ogni nostra lacuna.

Ecco il nostro primo incontro:

Zetal

E ora scorre tutto rapidamente, come se avessimo aperto un rubinetto da cui sgorga tanto. tanto colore.

ComeOzer
a dx: Come

Stiamo entrando dentro il primo edificio; c’è un androne dove una volta c’era un giardino pensile protetto da una vetrata.

OzerGioel

___________________________________________________

Andiamo troppo di corsa, è il momento di riposarsi; il nostro accompagnatore ne approfitta per tirare fuori le armi.

Gojo at work

il pezzo
uno scatto è d’obbligo

________________________________________________

E’ il momento di riprendere il cammino; ci affacciamo da un cunicolo aereo.

riconosciamo un pezzo già visto

__________________________________________________

Ci eravamo distratti e avevamo perso contatto dal Gojo; lo ritroviamo, anzi troviamo un suo pezzo; lui è sparito di nuovo!

un elefante bambino, by Gojo
Stupendamente inserito nell’ambiente

e lì a destra:

Gorek
NTHG

____________________________________________________

Ora saliamo su agli uffici; stanze tutte uguali; in una ricontattiamo Gojo; sta lottando con una cartina dell’Italia incorniciata su una pesante tavola di legno.

di nuovo all’opera

il suo terzo pezzo

E visto che si può spostare, ora ci divertiamo un po’.

_______________________________________________________

Sembra che Gojo abbia trovato un’altra cartina, questa volta l’intero planisfero; non disturbiamolo e approfittiamo per fare un’altro giro.

NTHG e Hero

Si è fatto tardi, raggiungiamo Gojo.

eccolo all’opera

il suo quarto pezzo; su Master Map of the World

E per oggi e quasi tutto; ci attende una serata movimentata, guadagniamo l’uscita, facendo nuovi incontri.

Zetal,-, Dem, Come
Zetal Come

E per finire!

Ivan Fornari

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.