Subvertising (sovvertire la pubblicità) /6

Ieri si è svolta a Roma una imponente manifestazione convocata in occasione della “Giornata mondiale contro la violenza sulle donne” istituita nel 1999 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite.

Per la cronaca, venne scelto lil 25 novembre poiché è la data in cui vennero uccise le tre sorelle Mirabal (https://it.wikipedia.org/wiki/Sorelle_Mirabal), assassinate nel 1960 nella Repubblica Dominicana per il loro impegno politico contro l’allora dittatore Trujillo.

Apriva la manifestazione un grande striscione che crediamo realizzato dalla nostra street artist MP5.

L’agenzia di Subvertising (ricordate gli articoli, cinque per la precisione, apparsi a tal proposito lo scorso luglio!?) ha dato il suo contributo alla dialettica della manifestazione, realizzando ed esponendo, come di abitudine, negli spazi pubblicitari canonici delle fermate dei bus, due manifesti antipubblicitari ed uno poster che presenta due donne musulmane che si baciano. Ciò a ribadire che un ruolo importante, e nel porre sotto sudditanza le donne, e nel mettere all’indice tutti quei comportamenti che scaturiscono da scelte non proprio ortodosse di coloro che si sentono diversi da come la morale comune li vuole, lo ha proprio avuto, nel corso dei secoli, il pensiero religioso.

I tre manifesti in questione sono questi:

Courage, realizzato da Double Why

8 X Mille – Procuriamoci con Zelo un biglietto per il cielo, realizzato da Hogre

8 X Mille – ci siamo fatti molto, realizzato da Illustre Feccia

____________________________________

Ora, come nostra abitudine, chi ne ha voglia ci segua, inforchiamo il nostro mezzo a pedali e facciamoci un bel giro per Roma alla ricerca dei pezzi esposti alle pensiline delle fermate. Iniziano da piazza di Porta S.Giovanni; lì abbiamo trovato i primi pezzi, quattro per l’esattezza, esposti alla fermata del tram sul lato di via Carlo Felice.

      

___________________________________

A bordo della nostra bicicletta percorriamo via Carlo Felice e giungiamo in un battibaleno in Piazza di Porta Maggiore dove, proprio nella fermata da cui transitano i tram diretti alla stazione Termini, troviamo un’altra affissione con cui interagiscono i viandanti

      

      

_______________________________

Seguiamo ora il tracciato tranviario, percorriamo via di Porta Maggiore, incrociamo poco dopo viale Manzoni, continuiamo su via Principe Eugenio ed entriamo in piazza Vittorio; lì alla fermata di fronte ai giardini troviamo la terza affissione, il pezzo di Illustre Feccia

     

________________________________________

Ed ora di corsa verso la stazione Termini:

      

siamo al capolinea dei tram dal lato di via Giovanni Giolitti

___________________________________

Continuiamo il nostro percorso cicloturistico; andiamo ora verso Porta Pia passando per piazza Indipendenza e via Goito; imbocchiamo via Nomentana e, poco dopo, all’altezza di viale Regina Margherita ecco la nostra nuova meta; la fermata del bus che espone su entrambi i lati

      

vista dalla corsia laterale

      

vista dalla carreggiata centrale

______________________________

 Proseguiamo ora il nostro viaggio; dopo aver percorso un altro tratto di via Nomentana, dopo villa Torlonia, famosa per la sua splendida villa delle Civette, giriamo per via Alessandro Torlonia, continuiamo per via Ravenna e giungiamo a piazza Bologna; siamo nel cuore del quartiere Nomentano.  Questa è, per oggi, l’ultima tappa del nostro viaggio alla ricerca dei pezzi dell’Agenzia di Subvertising. E li troviamo esposti alla fermata del bus della piazza, sul lato di viale delle Provincie.

      

vista dalla strada                                                                                              vista dal lato del marciapiedi

      

“Che strana sta pubblicità…… ma dai, non pò esse!………………………………………..sai che faccio, la fotografo e stasera ne parlo a casa!”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *