Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /138

Terzo appuntamento con il muro di via Raimondi al Pigneto, terzo artista presente alla performance di Studio Sotterraneo è Francesco Campese, di Avellino, non ancora trentenne; sin da piccolo scopre la passione per il disegno e la pittura con un interesse particolare per la prospettiva. Frequenta l’istituto d’arte, all’età di 19 anni si trasferisce a Roma per frequentare il corso di pittura tenuto da Giuseppe Modica, presso l’Accademia di Belle Arti. Durante gli studi i suoi interessi si focalizzano sullo studio del figurativo indagando la realtà che lo circonda con un occhio attento verso l’aspetto fisico della luce.

Ecco qui di seguito la sua opera che per esigenze tecniche vi presentiamo in tre parti, cominciando da sinistra verso destra:

138a

138b

138c

ed ecco uno scatto dell’artista all’opera:

138e

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.