Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /476

E come preannunciato ieri sera, riprendendo le nostre normali pubblicazioni, questa sera facciamo la conoscenza di un collettivo Colombiano, per la precisione di Barranquilla, una delle sue più importanti città e sicuramente la più turistica perchè si affaccia a nord del paese sull’Oceano Atlantico, di fronte ai Caraibi.

Il collettivo, che si chiama “Lienzo Urbano” è formato da artisti rampanti, due dei nomi Liane Daza e Dave Beltran, poi ci sono anche Roberto Barraza (BRZ), Nico, Giovanni Aguillar e Laura Amador, tutti colombiani, tutti in tour artistico in Italia. Essi ritengono che gli artisti che si aprono alla strada, donando all’osservatore colori vivaci, hanno il potere di essere un grimaldello comunicativo che possa permettere il cambiamento sociale. Loro aspirazione è recuperare gli spazi, specie quelli abbandonati o fatiscenti, attraverso la pittura e la cultura.

Ciò premesso, andiamocene tutti a Torpignattara a vedere cosa hanno realizzato questi due artisti; ah, dimenticavamo, per l’occasione gli onori di casa sono stati fatti da una nostra vecchia conoscenza, un artista a tutto tondo, superimpegnato nel sociale; anche lui ritiene che attraverso la street art si possano migliorare le cose, cominciando dall’ambiente per finire ai rapporti umani, stiamo parlando ovviamente di Diavù, il motore del progetto “M.U.Ro“, del progetto “GRA Art“, colui che ha portato la storia del cinema, quella vera, sui muri dell’imponente palazzo sede del DAMS all’Università di RomaTre (passate qualche ora attraversando le pagine di “FotografiaErrante” e farete la sua conoscenza).

Passiamo quindi a vederci qualche immagine del pezzo oggetto della loro collaborazione:

il pezzo di Lienzo Urbano con la partecipazione straordinaria di Diavù

Ci avviciniamo un po’:

lo stencil realizzato da Diavù dell’immagine di Gabriel Garcia Marquez

Gabriel Garcia Marquez, “Gabo“, scrittore colombiano famoso in tutto il mondo, premo nobel per la letteratura nel 1982, scrittore fra l’altro del favoloso “Cent’anni di solitudine“, ha scritto quello che noi riteniamo sia il libro più bello del mondo, il più musicale, il più infinito: “L’amore ai tempi del Colera” (leggere per credere). Singolare poi la coincidenza che la protagonista femminile di questo meraviglioso libro, Firmina Daza, porti lo stesso cognome della nostra street artist Liane Daza.

Ma torniamo ai particolari del pezzo:

       

_______________________________________________________________

l’ambiente espositivo

_____________________________________________________________

       

       

passaggi

_______________________________________________

Un attimo di pazienza, non abbiamo ancora finito! Infatti un altro pezzo del collettivo Lienzo Urbano, siamo andati a scovarlo a Casal Bernocchi, borgo della estrema periferia romana situato sulla via Ostiense; lì questi ragazzi sembra siano stati ospitati dal collettivo “La Talpa” che da anni combatte in prima fila per il riscatto morale e culturale del quartiere, facendo grande uso della street art e supportato dai migliori street artist e writers romani. Ecco quindi il pezzo realizzato da Lienzo Urbano a Casal Bernocchi

ed ecco tre incontri ravvicinati

       

______________________________________

passaggi

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.