Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /152

Oggi facciamo un ripasso limitato e circostanziato della materia trattata in questo progetto culturale. Ricordate il contenuto dei “murale al giorno” numero 34, 35, 36, 37 e 38, il primo del 1 settembre 2014, e gli altri a seguire?

Abbiamo parlato diffusamente  dell’aula studio dell’Università “La Sapienza” Dipartimento di Comunicazione e Ricerca Sociale di via Salaria 113 a Roma. Quell’auletta, occupata e autogestita dagli studenti, caduta  sotto i colpi della mannaia brandita da chi vuole distruggere l’università, era un vero e proprio scrigno contenente meravigliose opere di Street Art che portavano le firme di MP 5, Alice, Aloha Oe, Uno, Bol 23, Sten e ci scusiamo con gli altri non citati. Di quelle opere, quelle esterne all’aula furono immediatamente cancellate con una mano di vernice; quelle interne si ritiene che abbiano fatto la stessa fine anche se non è dato di sepere in quanto la porta di accesso, dalla data dello sgombero, e fermamente sbarrata! Orbene sulla parete esterna dell’aula sono da tempo ricomparsi altri murales a ricordare che gli studenti sono fortemente arrabbiati per la malefatta del rettore ed i suoi consigliori, molto arrabbiati!

La prima opera  che vi presentiamo l’ha realizzata Aladin, l’alfiere di tutti coloro che vengono tenuti ai margini della nostra società, delle persone senza diritti; la seconda opera, per ora la attribuiamo ad artista anonimo, salvo rettificare al momenti in cui faremo conoscenza del o degli autore. Buona visione!

152a

l’opera di Aladin

152b

l’opera apparentemente firmata “Rwop Volkswrierz”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.