Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /250

Il murale al giorno di oggi 1 marzo lo abbiamo trovato in via di S.Giovanni in Laterano, proprio all’inizio della strada quando lascia piazza del Colosseo. Siamo in una delle zone più cariche di storia, non solo di Roma, ma di tutto il mondo; l’anfiteatro Flavio, ovviamente l’anfiteatro più grande del mondo, iniziato nel 72 d.c. da Vespasiano, della Gens Flavia, e ancora oggi la più grande attrazione turistica di Roma; ma prima di lui, lì a partire dal 64 d.c. Nerone, dopo l’incendio di Roma, iniziò la costruzione della Domus Aurea, palazzo imperiale dalle mille e una notte i cui imponenti resti sono ancora visitabili oggi (fra un crollo e l’altro). Su parte della Domus Aurea ora c’è la pendice sud di Colle Oppio perché l’imperatore Traiano, tra 104 e il 109 d.c. la utilizzo come fondamenta per le sue Terme Imperiali, le prime grandi terme di Roma.

Quasi all’angolo del palazzo che affaccia sia su piazza del Colosseo che su via di S.Giovanni in Laterano abbiamo trovato il murale di oggi accompagnato da un testo, di dedica probabilmente, ma molto ermetico. Per quanto riguarda la paternità dell’opera non ci sbilanciamo e per il momento la attribuiamo a mano ignota, anche se sono presenti sul muro due richiami; il primo è la scritta Above, street artist raffinato già idealmente incontrato nel corso degli anni. La semplicità di questo murale non ci spinge ad attribuirne la paternità proprio a questo artista; riteniamo invece che su quella parete vi fosse, tempo addietro, proprio un’opera di Above. Il secondo indizio è la firma a conclusione del testo scritto: “Michelle Fastidio“………

 250a

l’opera

250b

particolare

250c

l’ambiente espositivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.