Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /305

Il frequentatore attento del progetto FotografiaErrante sicuramente conoscerà la “Sora Pina”,  quel personaggio reso famoso da un duo unico ed irripetibile del cinema ed in generale della cultura italiana: Anna Magnani e Roberto Rossellini. Il film è Roma città aperta (uno dei capolavori assoluti della cinematografia mondiale), lei, Anna Magnani, interpreta sullo schermo un personaggio realmente esistito, la donna simbolo della Resistenza Romana al Nazi-Fascismo, che fu uccisa dai soldati nazisti mentre tentava di sottrarre all’arresto e alla deportazione il marito. Parliamo di Teresa Gullace, cui il popolo italiano dedicò, riconoscente, il Liceo scientifico (ex 32°) aperto nel 1979. Siamo in piazza dei Cavalieri del Lavoro, nel quartiere Don Bosco, a ridosso della grande arteria che attraversa tutta la zona est della Capitale: viale Palmiro Togliatti. Lì, nell’ambito dell’evento “Lamaro a colori; la street art nelle periferie” oggi lo street artist Aladin ha realizzato, proprio sul muro di recinzione della scuola, uno splendido pezzo che compendia l’essenza di quella donna che ha sacrificato la sua vita in nome di un altissimo ideale: la libertà di un popolo. Nel pezzo convivono il ritratto della martire da giovane e il personaggio idealizzato da Rossellini.

305a

il pezzo

305b

l’artista intento alla realizzazione della sua opera

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.