Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /322

Oggi è d’obbligo il murale al giorno. Informati dell’esposizione di un nuovo pezzo di Maupal, ci siamo precipitati a Trastevere.

Maupal è un arista molto attento a quello che accade nel mondo, coglie sempre con precisione quella che è la situazione del giorno ed il ruolo che hanno i personaggi al momento più importanti sula scena mondiale. Ricordiamo, così a braccio, il famoso poster di Bergoglio “Superpope” apparso una mattina, se non erriamo, di due anni fa sui muri del rione Borgo, il XIV di Roma, quello che dal Vaticano si stende fino all’ansa del Tevere. Quel poster visse quanto una “Effimera”; una squadra di imbarazzati pulitori del cosiddetto “Decoro Urbano” provvide nel giro di poche ore a rimuoverlo a suon di aria ed acqua compresse. Ricordiamo anche il Garibaldi insozzato dal verde liquame leghista, un duro accostamento fra due concetti, nel caso espressi da figure, di significato opposto e proposto così dal rendere il risultato paradossale. Il pezzo proposto da Maupal è esposto a Borgo Vittorio e lo abbiamo colto alcuni giorni fa:

322d

Garibaldi

322e      322f

nell’ambiente

_________________________________________

Tutto questo premesso, veniamo al pezzo che oggi Maupal ha esposto nel Rione Trastevere, in vicolo di S.Agata, proprio dove si affaccia su via della Lungaretta.

Chi altri poteva essere il personaggio tra i più oggi esposti sulla scena mondiale? Ma certo proprio lui e solamente lui poteva essere: Donald Trump, l’aspirante futuro Presidente degli Stati Uniti d’America che, con il suo farneticare, parla a sproposito e, in modo sconclusionato, da le sue particolari ricette ai mali del mondo fatte di muri, filo spinato, interruzione delle cure, guerre. Ed il peggio è che c’è gente, a quanto pare molta, che è anche disposta a dargli retta.

Yes i can, sì posso; è quello che afferma Trump presentando il fungo prodotto dall’esplosione di una bomba atomica la cui base poggia e si fonde sulla sua buffa capigliatura, un po’ coppola mafiosa, un po’ spazzola delle pulizie.

Un modo irriverente ma sicuramente molto efficace per mettere i cittadini, stavolta statunitensi, di fronte alle loro responsabilità!

322a

Donald Trump

322b      322c

ambiente trasteverino

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.