Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /346

Il murale al giorno di oggi siamo andati a scovarlo a Garbatella, a ridosso di una degli ingressi di quello che una volta era il mercato rionale ed oggi si chiama Farmer’s Market. Praticamente il mercato tradizionale aveva fallito il suo compito ed in sua vece fu messo su un sofisticato sistema di mercato agricolo a Km0 (kilometri zero) con vendita diretta al pubblico da parte dei produttori eliminando la figura dell’intermediario. Ora, una cosa del genere, a rigor di logica, dovrebbe fornire migliori prodotti ad un costo inferiore al consueto. Sulla qualità dei prodotti offerti si può anche discutere, sul risparmio da parte dei consumatori, invece, una ignobile bugia. I prezzo sono di gran lunga superiori alla media se andiamo a confrontarli con quelli praticati nei mercati tradizionali. Quindi, secondo noi i contadini imprenditori sono troppo avidi; se hanno qualche altra spiegazione, ce lo facciano sapere!

Ma veniamo al nostro murale; è esposto vicino ad uno degli ingressi laterali, quello di via Giacomo Biga. La sua realizzazione è opera di una collaborazione estemporanea fra un street artist nostrano, Kocore, e uno milanese di origini argentine, Espinoise. Un altro loro pezzo lo avevamo già presentato col murale al giorno  295 del 26 giugno scorso. Anche la realizzazione del pezzo che presentiamo oggi risale a quel periodo.

346a

il pezzo

346aa

visione d’ambiente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.