Le Campane di Centocelle /13

Siamo alla tredicesima puntata del nostro reportage da Centocelle, diciannovesimo quartiere istituzione di Roma, sugli effetti del progetto “Galleria di Arte Urbana”: campane per la raccolta differenziata del vetro trasformate in vere e proprie tele tridimensionali dai più accreditati street artist romani; aspirazione concreta che i cittadini, entrati a contatto con il “bello”, inizino a prendere coscienza su un utilizzo più razionale e cosciente delle isole ecologiche sparse per tutte le strade del quartiere.

Questa sera passeremo tre campane dipinte da altrettanti artisti; la prima è stata realizzata lo scorso anno; le altre due, se non commettiamo errori di valutazione, sono state  dipinte nell’ultima tornata che ha avuto luogo a cavallo fra ottobre e novembre scorsi.

il pezzo di Acnaz, nome d’arte di Toni Zanca, eclettico artista che spazia dal disegno satirico a alla regia teatrale

       

giro intorno alla campana

__________________________________

E’ ora la volta del pezzo di Controllo Remoto; la sua campana l’abbiamo trovata in via di Tor de’ Schiavi, nei pressi della clinica Guarnieri

Controllo Remoto

        

l’altra parte della campana

______________________________

E infine, per oggi, il pezzo realizzato da Moby Dick, il suo pezzo sta in via dei Noci

Moby Dick

           

altre facce della campana

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.