Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /100…… anzi 94

“Un murale al giorno” arriva a quota 100, pardon 94 (oggi abbiamo raggiunto l’obiettivo delle 10.000 visualizzazioni di questo Blog, previsto una settimana fa in coincidenza con l’uscita numero 100), ed in barba al nostro amico che quando accennammo a questo progetto, affermò categorico che nel giro di poco tempo non avremmo avuto più argomenti (murales) da trattare, possiamo dire con sicurezza che ancora ne abbiamo tanta di strada da fare.

94b

 

 

Per festeggiare questo evento, oggi siamo in vena di fare un po’ di polemica; ci rivolgiamo a quel genio purificatore (è ammesso anche il plurale) che, in nome di una presunta purezza anarcoide, nottetempo percorre le vie del Quadraro, storico quartiere di Roma che durante il fascismo faceva paura agli stessi fascisti, e se la prende con i murales ivi realizzati nell’ambito del progetto M.U.Ro (si scrive così!), imbrattandoli con frasi tipo “Brigate zozze”, “noi nativi voi residenti”, o come l’ultima apparsa sull’opera realizzata di recente dallo Street Artist Fin DAC in via del Ortensi che recita così: “W il Quadraro vecchio ecc, ecc”; e poi quel punto di domanda sul volto della ragazza ritratta è  emblematico. Bene, vorrei dire a questo “coglione ignorante” (vale anche il plurale) che si accanisce tanto contro i murales (e questo probabilmente perché lui non è in grado di fare nulla che lontanamente somigli alla cultura) che sarebbe stato molto meglio se avesse sprecato le sue energie per imbrattare quell’automobile messa lì davanti al murale e che impedisce al viandante di godere di una delle bellezze del quartiere.

94

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.