Outdoor festival 2014 /2

…….. Entriamo a sinistra nel primo salone; ci attende una grande sorpresa, JBRock si è superato, con i suoi tratti marcati ripetuti fino alla follia;  ci accolgono e ci avvolgono quelle sfumature monocromatiche che riempiono ossessivamente il soffitto, il pavimento e parti delle pareti intervallate queste da spazi multicolori incorniciati da tratti neri.

Restare per un’ora a bocca aperta in questo grande ambiente diviene una cosa talmente naturale che il tempo sembra abbia cominciato a scorrere tumultuosamente.

 _MG_1247     _MG_1259-Modifica

parete di sinistra                   –                     parete di destra

_MG_1274

parte della parete di fondo

_MG_1255-Modifica

visione prospettica

_MG_1270-Modifica

se alzi gli occhi al cielo

JBRock così parla di sé presentandosi al pubblico di Outdoor Festival 2014: “Sono nato a Roma nel 1979. Scrivo sui muri da quando ho 12 anni e non ho mai smesso perché, oggi come ieri, trovo che nella mia vita non ci sia cosa che mi faccia sentire meglio. Penso che per ogni essere umano ci sia un percorso da trovare già scritto nel proprio DNA. Credo che il difficile – nel viaggio della vita – sia trovarlo, per poi riconoscersi in esso e lottare per portarlo avanti, con passione e dedizione. Io come altri ho avuto la fortuna di trovarlo. Voi? Seguite il vostro istinto e la vostra passione e non fatevi ingannare da altre stronzate.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.