Il lettering di Riva Ostiense

Questa sera parliamo di Lettering; visitiamo Riva Ostiense, quella parte di lungotevere che non ha ancora un nome, fino a poco tempo fa zona off limits, difficilmente raggiungibile e, dopo i fasti del commercio fluviale del diciannovesimo secolo e d’ante guerra,  abbandonata all’oblio. Fino a quando con la realizzazione del ponte pedonale della scienza intitolato a “Rita Levi Montalcini” si è cercato di riallacciarla al tessuto urbano, anche reldendo la zona sito per le serate organizzate dell’estate romana. Lì, in uno scenario edilizio di pura archeologia industrale, tra pionieri della passeggiata fuori dal comune, sono arrivati anche gli street artist del Lettering che hanno dato una nota di colore e di bellezza contribuendo alla riappropriazione del sito da parte della popolazione romana.

Ecco una carrellata delle opere esposte lungo il grande muro di recinzione dell’area del Gazometro e della centrale Montemartini:

DSC_0416

DSC_0417

DSC_0418

DSC_0419

DSC_0420

DSC_0421

DSC_0423

Street art ed archeologia industriale: un’accoppiata vincente!

DSC_0425

DSC_0409     DSC_0413

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.