Mammut a Rebibbia /1

Nei giorni di venerdì, sabato e domenica appena trascorsi, a Rebibbia, zona dell’estrema periferia est, famosa maggiormente per la presenza  di uno dei più grandi penitenziari italiani, c’è stata una festa per “Mammut”. Un gruppo di cittadini volonterosi si è organizzato ed ha cominciato a recuperare alla collettività, che lì non ha proprio nulla, specie per i giovani ed i bambini, spazi vitali dove poter creare un minimo di aggregazione sociale. Si è fatta tanta festa, musiche, balli, ottime mangiate, buona birra e tanti giochi per i più giovani.

Ad allietare la festa c’erano tre street artist, ed è il caso di dirlo ma sono di fama mondiale, che hanno portato solidarietà a quella gente che vuole cambiare in meglio il mondo, cominciando da quello piccolo a loro disposizione. Tutti e tre si sono messi a lavorare di lena ed hanno realizzato tre pezzi “da paura“. Questa sera cominciamo dal primo artista, il miglior fumettista contemporaneo che, quando si arma di pennelli, trasferisce sul muro tutta la sua forza interiore realizzando delle opere sublimi e festose! Ovviamente avete capito tutti che stiamo parlando di Zerocalcare; seguiamolo!

1.1

una scala, un secchio di vernice, ed un murale in via di realizzazione

1.2

Zerocalcare all’opera

1.3

sopraggiunge il collega che gli mescola il colore

E dopo tre giorni di duro lavoro si giunge al prodotto finale:

1.4

l’opera

1.5

campo corto

1.6

un particolare

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.