Nella Tana del Gruppo……………… /1

Iniziamo questa sera un viaggio che ci porterà in visita all’interno di un luogo abbandonato, un edificio in costruzione mai terminato, uno dei tanti che costellano la periferia romana, uno dei tanti tirati su velocemente al solo scopo di ottenere, da parte di palazzinari senza scrupoli, milionari finanziamenti ed abbandonati, subito dopo raggiunto lo scopo, al degrado insieme alle aree sulle quali erano stati edificati. Dentro alcuni di questi edifici, sono entrati giovani artisti del muro che, con i loro inimitabili e personali esercizi calligrafici imbastiti con accattivanti accostamenti di colori, sembra volessero ristabilire un ordine naturale all’interno di un ambiente lacerato dalla cattiveria umana. Ebbene, questa è la sensazione che abbiamo provato noi entrando nel luogo ove sonno esposte le opere di lettering che vi presentiamo questa sera, come antipasto di quelle ivi presenti, e sono numerose, che vi presenteremo nei giorni a venire. Il luogo potremmo definirlo, come si leggeva in un fumetto degli anni 60/70, la Tana della …….. ; però aspettiamo ad identificare il gruppo che vi opera; intanto ammiriamo i tre murales che per primi si incontrano come si entra nel sito scostando una lamiera appena fermata con un pezzo di filo di ferro: si percorre un breve discesa e si entra in un interrato che ha tutta l’aria di essere stato destinato a divenire un immenso garage. Ecco cosa presentava la prima parete incontrata:

IMG_7817

IMG_7818

IMG_7819

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.