Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /330

Un veloce salto a Corcolle, un avamposto della città di Roma verso l’estremo est, ma molto estremo; siamo a oltre 20 chilometri dal Campidoglio. Stranamente e forse ironicamente chiamato ufficialmente “Giardini di Corcolle”. Sicuramente si tratta di una borgata nata, inutile dirlo, abusivamente negli anni 60 del secolo scorso. Al comune se ne saranno accorti della sua esistenza forse una quindicina di anni dopo, ai tempi della giunta Petroselli. Lì, in mezzo ad una miriade di pseudovillette messe rigorosamente in fila e separate da stradine strette stracolme di auto in sosta c’è andato qualche tempo fa Carlos Atoche lasciandovi due suoi pezzi, libera interpretazione di due colonne della cultura popolare romana: Anna Magnani e Rino Gaetano.

330a

Anna Magnani

330b

il sito espositivo

330c

Rino Gaetano

330d

l’ambiente

Un pensiero su “Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /330

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.