Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /334

Questa sera ci riallacciamo al murale al giorno numero 332 del 16 scorso, quando siamo andati a cogliere sul fatto Gaia che stava realizzando i suoi pezzi sulla facciata di un Hotel dello Statuario, zona medio borghese del grande quartiere istituzionale di Roma, l’Appio Claudio, il XXV, compreso ora  fra via delle Capannelle, via Appia, via del Quadraro e via Tuscolana, ma che tende ormai i suoi  artigli sulla vasta zona che lo separa dal Grande Raccordo Anulare, nel corso degli ultimi anni fortemente antropizzata.

Il pezzo che stava realizzando è stato finito, così con un terzo che si trova sulla parte opposta che affaccia su via Taurianova. Ma andiamo per ordine.

334a

il pezzo completato da Gaia

334b

particolare; volto di Appio Claudio Cieco che da il nome al quartiere; censore, console, dittatore, ricoprì tutte le cariche pubbliche della antica Roma; a lui si deve la realizzazione del primo acquedotto romano.

_______________________________

334bb

terzo murale di Gaia che abbiamo ripreso in ora notturna

_________________________

A fare da spalla a Gaia, c’era un altro artista, Salvo Ligama, che abbiamo trovato oggi mentre era intento a realizzare i suoi pezzi. La parete è quella di un complesso che si trova d fronte all’Hotel, su via Praia a Mare; eccola da noi ripresa in condizioni estreme:

334bbb

scendiamo ora nei dettagli:

334h      334g

334f      img_9664

__________________________________

Un altro suo pezzo lo abbiamo trovato sulla parete dell’Hotel proprio di fianco all’ingresso della Reception, eccolo

334c

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.