Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /501

A margine della escursione di ieri sui tetti di Borgo, presentiamo stasera alcuni curiosi strascichi della nostra visita.

Il primo abboccamento alla ricerca di una strada per accedere al cielo di Borgo, anche se infruttuoso è stato molto interessante.

Infatti, all’interno di un locale commerciale di Borgo Pio, dove siamo stati accolti dal simpatico gestore, sembra molto amico di Maupal, abbiamo trovato un piccolo tesoro.

Infatti lui

qui in carne e ossa e visto da Maupal

è il fortunatissimo custode di alcuni poster le cui opere originali hanno reso famoso Maupal stesso; stiamo parlando di Francesco “superPope“, di Francesco “writer“, di Francesco “salvamigranti“.

I pezzi apparsi sui muri di Roma, Borgo per la precisione, fecero molto scalpore e vennero raschiati alla radice da servili agenti AMA su ferrea disposizione del potere al tempo vigente.

La tempestività dell’intervento di radicale asportazione spiazzò, in tutti e tre i casi, anche noi, peraltro molto attenti ed informati, che non riuscimmo a raggiungere con la dovuta rapidità l’obiettivo. Ora possiamo comunque finalmente presentare i pezzi che hanno reso famoso Maupal.

Francesco Superpope
Francesco Writer
Francesco dalla parte dei migranti

________________________________________________________

due dei tanti posterini realizzati da Maupal in omaggio alle persone che, per residenza o motivi di lavoro, ruotano intorno al rione Borgo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.