Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /504

Grande scoop quello di FotografiaErrante! Questa mattina, di buon’ora, nel corso di una delle nostre consuete cavalcate in sella alla nostra fedele bicicletta, siamo incappati proprio al centro di una stupenda performance messa in atto segretamente da Maupal! Ovviamente lui non ha bisogno di presentazione; ormai famoso in tutto il mondo per i suoi poster che hanno fatto di Papa Francesco una Star degli artisti; famoso anche per la sua attenzione ai temi scottanti dell’attualità, ricorderete tutti il Trump “bomba atomica” apparso dalle parti di via della Lungaretta e lo stesso Papa Francesco che lascia un salvagente in mare, apparso di recente a Borgo Pio!

Questa volta Mupal ha realizzato una sagoma di cartone raffigurante il nostro primo ministro, sì proprio lui, Conte che se ne sta nella scomoda posizione da ginnasta degli anelli che viene definita “a croce”. Questa è simbolicamente la sua non invidiabile posizione e rappresenta metaforicamente quella che lui quotidianamente regge per tenere insieme i due alleati nemici. E noi questa sagoma l’abbiamo trovata appesa ad un filo d’acciaio in via del Governo Vecchio, proprio di fronte a quell’edificio chiamato “Il Palazzo del Governo vecchio”, ormai fatiscente e abbandonato a se stesso; davanti al suo portone sprangato ormai da tanto tempo, ha trovato riparo e alloggio un distinto signore che ama vivere all’aperto, e che si accontenta di un giaciglio, una sedia e qualche busta dove conserva alcuni suoi indumenti. Un paio di chiodi al portone ed ecco che vi hanno trovato posto anche alcuni ninnoli che danno un po’ di calore all’ambiente. Lui è benvoluto da tutti, residenti, turisti e commercianti; ognuno fa a gara per offrirgli un caffè, la colazione e spesso anche il pranzo.

Questo palazzo eretto intorno alla fine del 1400 dal Cardinale Francesco Nardini, nominato governatore di Roma dal Papa di allora, Paolo II, divenne poi la sede di Tutti i Governatori di Roma fino al 1755 quando il Governatorato fu trasferito a Palazzo Madama, attuale sede del Senato della nostra Repubblica. Negli anni settanta del secolo scorso, venne occupato dalle femministe romane e divenne “La casa delle donne”. Abbandonato ormai da oltre trent’anni, versa in disastroso stato di salute.

E veniamo ora alla cronaca odierna; iniziando da quando siamo arrivari su questo piccolo largo di via del Governo Vecchio; ecco il Permier Conte appeso!

piano americano

____________________________________________________

E come di consueto, passiamo ora alle immagini ambientali:

____________________________________________

E i passanti che fanno? Tutti con il naso all’insù ovviamente!

_________________________________________________________

E molti si armano dei propri cellulari e macchine fotografiche per immortalare l’evento.

____________________________________________

Sense of humor: Stiamo consegnando la bontà!

__________________________________________

Tutto quanto sopra si è svolto all’incirca nel giro di una mezz’ora; si comincia a vedere un andirivieni di persone, alcune concitate; alla fine arriva la polizia.

_________________________________________

E dopo un po’ arrivano anche i pompieri con tanto di autoscala.

Si ferma una ventina di metri prima e si inizia a posizionare la scala.

Eccola bella e pronta

E ora sale il Vigile del Fuoco.

E la sagoma viene lentamente calata.

________________________________________________

Ed ecco finalmente deposto il nostro Presidente del Consiglio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.