Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /514

Intorno alla metà dello scorso mese di Marzo, percorrendo l’Appia Antica, ci imbattemmo in un intrigante poster realizzato , se non andiamo errati, attraverso l’elaborazione di una immagine fotografica. Soggetto accattivante dal punto di vista culturale, sua elaborazione, sua trasformazione in immagine in bianco e nero, dove i toni intermedi venivamo totalmente eliminati; risultato: immagine forte, ma priva di dettagli che si perdevano nel bianco. L’immagine si presentò molto convincente, ma per il neo di aver perso in toto i dettagli, la ritenemmo non idonea al passaggio su FotografiaErrante. Per dovere di cronaca ecco il pezzo cui facciamo riferimento.

il pezzo

L’ambiente espositivo

passaggi

_________________________________________________

A distanza di tre mesi veniamo informati dal nostro agente segreto che, in un non ben specificato posto dell’Appia Pignatelli, su alcune finestre di una casa abbandonata, sono comparsi alcuni poster con su rappresentate alcune figure umane non identificate.

Ci rechiamo sul posto e dopo aver battuto la zona, arriviamo sull’Appia Antica e, non lontano dal posto dove trovammo il pezzo che abbiamo appena presentato, accertiamo la presenza dei poster che ci erano stati segnalati.

Fermiamoci a fare alcune considerazioni; senza ombra di dubbio, la mano che ha realizzato questi nuovi pezzi, tre per l’esattezza, è la stessa che aveva esposto il pezzo sopra presentato; lo stile e i contenuti sono simili: immagini fotografiche elaborate, in bianco e nero, al computer con l’eliminazione dei toni grigi intermedi. Questa volta c’è però qualcosa in più, che a nostro parere, dimostra una netta evoluzione artistica da parte dell’autore: i dettagli dei volti sono questa volta mantenuti sempre mediante l’uso, molto personale, di brevi tratti di nero che si alternano al fondo bianco.

Ecco i tre pezzi:

Vediamoceli ora da vicino.

_________________________________________________

L’ambiente espositivo

_____________________________________________________

E ora, come nostra abitudine, inseriamo l’elemento umano all’interno della nostra ricerca.

passaggi

n.d.r.- Ovviamente siamo completamente all’oscuro circa l’attribuzione della paternità dei pezzi appena presentati. Speriamo di diradare, a breve, le nebbie.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.