Il lettering del viadotto Giovanni Gronchi /8

Riprendiamo e chiudiamo il discorso lasciato in sospeso con l’articolo 7 di questa collana; dopo aver rullato tutta la murata dei vecchietti “Old but still Gold” esposta al sole, facciamo un giro della signora e raggiungiamo trafelati la carreggiata opposta della strada. Lì fa un freddo della signora, per l’appunto; ombra umida, vento e, spesso, anche pioggia la fanno da padrona.

Ma i convenuti erano proprio tanti e molti sono dovuti emigrare nelle zone oscure. Qui abbiamo incontrato un gruppo festante di matusa che ci hanno accolto con fragore; ed ecco qualcuno del gruppo, che come vedremo realizzeranno una murata nella murata.

ora vediamocela

eh, quando le dimensioni disponibili sono fisse, le cose più grandi sembrano essere piccole; si rende necessario scendere nei particolari e vederci i singoli pezzi, uno per uno!

Yess
Cina
Ozee
Neon
Syla
Crema

_____________________________________________

Andiamo avanti e troviamo Gomez.

________________________________________________

Poi Meyo.

Sony at work

______________________________________________________

Affianco troviamo Ike e Poim

e questi sono i loro pezzi (immagine gentilmente fornita da Bol)

IkePoim

_________________________________________

Appresso troviamo Noise che realizza con Howen un classico due pezzi con puppet centrale.

Noise all’opera
quello da loro realizzato
Owen

Noise

______________________________________________

Non potevano mancare poi Snoopy e Kemh, ecco i loro pezzi.

Snoopy
Kemh, perfettamente incastrato sotto un preesistente Muge

______________________________________________

E ora un altro trittico classico del writing; a sinistra un esteso Hot Boys.

Hot Boys

a destra un Heman.

Heman

e al centro un volatile Vela.

il puppet di Vela

____________________________________________________

Ora è la volta di un’accoppiata.

Wies e Sedo

_____________________________________________________

E chiudiamo la nostra esaustiva rappresentazione del raduno “Old but still Gold” con il pezzo di Noa della Crew WAK.

Noa

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.