Per luoghi misteriosi /75

Articoli precedenti interessanti il sito visitato: 72, 73, 74

Siamo al quarto appuntamento con questa immensa fabbrica abbandonata; è il momento di fare il salto del muro e del tempo. Usciamo dal capannone appena visitato e ci apprestiamo a scavalcare il muro, di modesta altezza per fortuna, per andare nell’area di pertinenza del secondo.

Non ce ne accorgiamo subito, ma questo passaggio ci fa fare anche un salto nel tempo; dentro il secondo capannone sono custoditi, in maggioranza, pezzi di età ragguardevole; la maggior parte, come vedrete, risalgono al 2010, 2011; un’età ragguardevole per un murale, anche se custodito gelosamente in un luogo poco frequentato. Dove non ci pensa la mano dell’uomo a cancellare l’arte spontanea, ci pensa inesorabile, il tempo. Ma qui il tempo si è fermato, o quanto meno, ha rallentato la sua azione. Tranne uno o due pezzi, che fra poco vedremo, tutti gli altri, anche se avanti con l’età, reggono bene, molto bene.

Iniziamo quindi la quarta danza in questo spettacolare palcoscenico. Ecco un pezzo doppio con puppet centrale, argomento il nucleare; Fukushima, siamo forse nel Marzo del 2011!

forse c’è traccia di Napal Naps

Lì di fianco il pezzo, cui accennavamo prima, più malandato che abbiamo trovato, complice l’umidità del muro; siamo nel 2011.

anche il resto della parete, alla sua sinistra presenta tracce di umidità.

a sinistra Jago, a destra Noah

____________________________________________________

Lasciamo l’unica parete con problemi di umidità e continuiamo la nostra visita; di fronte una altro pezzo doppio con puppet centrale.

dettagli:

____________________________________________

Eh sì, di pezzi complessi ce ne sono proprio tanti; eccone un altro.

Avviciniamoci.

______________________________________

Entriamo nel secondo salone, quello più grande di questo edificio; una murata che sembra arrampicarsi.

anche in questo caso necessita andare più vicino.

ed ecco il faccione.

Grizz

lì dietro vediamo un’altra murata, ma a quella penseremo domani.

___________________________________________________

Passiamo alla seconda parete dei questo salone;

una feroce tigre si prende la scena; un po’ defilato, un Bicazzo Monopalla

E poi ancora……

Cream
un Poison minimalista

________________________________________________________

La quarta parete è spoglia, due aperture l’hanno resa poco appetibile; in cambio la sua funzione è quella di immettere in un basso ambiente dove le quattro pareti sono completamente sature.

Muge

bi- Bicazzo Monopalla

Porno
Mekro

_____________________________________________

E’ il momento di riprendere fiato. Rilassiamoci un po’ e domani entreremo nel terzo salone di questo nuovo capannone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.