Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /568

Ed eccoci a un altro murale al giorno in ritardo, come lo richiedono le circostanze. Siamo al 22 gennaio scorso quando andammo in via di Tor di Nona, Rione Ponte, a registrare un pezzo di prim’ordine, un poster esposto su un muro provvisorio che impedisce temporaneamente l’accesso a un ambiente commerciale, in attesa che arrivi, si pensa, una porta nuova.

Il pezzo presenta provocatoriamente un Copernico, padre della rivoluzione scientifica che pose le premesse del mondo moderno, sconfessato da una affermazione che riconosce la veridicità del “danarocentrismo” in opposizione alla teoria eliocentrica.

Autore del pezzo uno scanzonato “Primo de Banksy“.

Copernico
il muro di sostegno

________________________________________________

Da Tor di Nona è tutto; lasciamo questo pezzo, in compagnia del famoso “Asino che vola” e ce ne torniamo a casa. C’è un po di traffico e si fa un po’ tardi; diventa note e quando imbocchiamo l’Appia Antica da Piazzale Numa Pompilio, vediamo da lontano una sagoma familiare; ci fermiamo ed ecco un altro poster; questa volta non abbiamo dubbi sulla sua attribuzione; è di Jbrock!

il faccione di JBrock
il pezzo nell’ambiente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.