Per luoghi misteriosi /108

Articoli precedenti interessanti il sito visitato: 53, 83, 106 e Tana del Gruppo TNT da 1 a 10

Oggi andiamo a mettere in pareggio i conti con due siti misteriosi; i riferimenti logici li trovate qui sopra. In questi ultimi scampoli dell’afosa estate romana, non avendo nulla da fare, ci siamo permessi di avere il tempo per visitare ben due siti abbandonati. Iniziamo dal primo; qui ubicazione e accesso sono dei più misteriosi oggi sulla piazza. Si tratta di un resort esclusivo, raggiungibile solo da chi ha ………..!

Bisogna stare molto attenti, c’è una guardia giurata che ti pedina incessantemente; un minimo errore e ti ritrovi circondato senza una via di fuga. Qui abbiamo registrato un pezzo superlativo, roba da stare a livello del grande writing europeo; tutti i colori dell’iride sono intervenuti per dare corpo a un esercizio calligrafico senza sbavature.

Rogh di Orgh
il bravo fotografo in azione
particolare con dedica

____________________________________________________

Inforcato il nostro cavallo d’acciaio, in completa autonomia muscolare, ci siamo imbarcati in un viaggio allucinante sotto il sole cocente di agosto, forse l’ultimo cosi caldo. Siamo arrivati in una piccola valletta, dove la discarica abusiva la fa da padrona e dova un sogno di ricerca scientifica avanzata fa i conti con un paese in agonia.

Qui un edificio di cui è iniziata la costruzione e che non ha mai visto completamente la luce, ormai diventato, per fortuna, il regno del writing nostrano, siamo entrati per vederci due nuovi pezzi. Il primo, è di una artista che viene da lontano.

“Vertigo” di Ale Senso
il pezzo di Ale Senso nell’ambiente
sì, sempre lui, il bravo fotografo!

Questo pezzo ci era stato segnalato e sapevamo che l’avremmo trovato; però qualcosa di dice che sia possibile trovare qualcosa di più; su e giù per le scale ed ecco che all’improvviso ci appare un pezzo luminosissimo; è di Orgh; voilà!

Rogh di Orgh

E per oggi è tutto. Arrivederci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.