Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /590

Eccoci all’epilogo della lunga caccia ai tanti pezzi di C215, ne abbiamo perso il conto, realizzati a cavallo di ferragosto sui supporti più vari (privilegiando ovviamente le cassette di impostazione) della Roma Rionale. Il tutto si è svolto in una fetta della città contenuta dentro le mura Aureliane; tracciano una linea immaginaria che va da porta S.Giovanni a via Merulana, via Cavour, Fori Imperiali e corso Vittorio, possiamo passare in rivista tutta l’area che sta a sinistra e fare incontri coloratissimi.

Oggi presentiamo gli ultimi quattro pezzi mancanti. Iniziamo da quello umano, due amanti che hanno lasciato alle loro spalle l’era Covid, si spera sia un buon auspicio. Il supporto questa volta è una grossa cassetta di derivazione; probabilmente contenenti le apparecchiature elettriche che gestiscono il vicino impianto semaforico stradale.

il pezzo di C215
l’ambiente espositivo

__________________________________________

E ora tutto d’un fiato ecco gli ultimi tre pezzi; al centro dell’attenzione il gatto, l’animale preferito e il più amato da C215.

poco lontano da un altro gatto.

_________________________________________

un altro gatto
la cassetta espositiva

___________________________________________

Eccoci alla fine. Il più mimetizzato, in mezzo a un sacco di tag; quattro piccole macchie che, messe insieme dai nostri occhi, individuano un micio minimalista.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.