Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /592

Dopo quattro giorni di ingressi abusivi nei luoghi abbandonati, oggi inforchiamo la bicicletta, facciamo un giro enorme nel quadrante nord-est di Roma e portiamo a casa un bottino niente male di poster esposti su muri e pannelli metallici della pubblicità ufficiale del comune di Roma, con tanto di enfatica iscrizione metallica “S.P.Q.R.”.

Autore dei pezzi è Disgusto; argomento personaggi che hanno segnato la cultura del novecento.

Qui siamo di passaggio a Trastevere, mentre percorriamo quella strada che costeggia il fiume e che ci porterà a Prati e Trionfale.

Basta “P” – Parlare, Pensare, Piangere

il pezzo di Disgusto affianca Elia Novecento sul muro di un palazzo di fronte a “Ponte Rotto”.

________________________________________

Saliamo rapidamente oltre il Vaticano; andiamo dalle parti della fermata Metro Cipro; ecco un altro pezzo.

Carnevale by Disgusto

___________________________________________

Ci spostiamo di poco; andiamo dalle parti RAI. Qui, un pannello ufficiale delle pubblicità cittadina, peraltro posto infelicemente dove gli idioti parcheggiano degli asini più intelligenti di loro, fa da supporto a un poster dove trovano posto due icone del movimento di emancipazione dell’altra metà degli USA: Malcom X e Mohamed Alì.

_____________________________________________________

Saliamo alla Balduina e andiamo a registrare un altro pezzo di Disgusto; qui la dedica è per un dirompente Renato Zero, la canzone è “La favola mia”, siamo nel 1978. Quanti sogni!

il pezzo di Disgusto
il sostegno espositivo

_______________________________________________

Si è fatto tardi; si torna sui nostri passi rapidamente per non farci cogliere dal buoi. Solo il tempo di una sosta a Piazzale degli Eroi. Qui, sul retro di un chiosco-bar, ecco un nuovo pezzo di Disgusto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.