Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /636

Nel corso di questo anno maledetto uno street artist “sui generis” ha osato le cose in grande (letteralmente parlando!). Ha invaso numerosi cartelli pubblicitari, quelli di enormi dimensioni, con un suo messaggio chiarissimo, rivolto ai titubanti: messaggi del tipo “non dormire!“, apri gli occhi!, “pensa in grande!“.

E quel che è andato meravigliosamente è il fatto che questa invasione è stata ben tollerata, infatti, a quanto ci risulta, ancora oggi, a mesi di distanza, gli immensi poster stanno ancora lì, dove Merione, alias Merio, padre del progetto Fishes Invasion, li ha esposti.

Noi, oggi, passiamo sul nostro progetto uno dei tanti cartelloni che abbiamo incontrato nel corso delle nostre scorribande, precisamente quello esposto su un casello ferroviario abbandonato della linea Roma-Nettuno. Ottima la posizione e suggestive le immagini che se ne possono ricavare; esse hanno lo stesso fattore comune, una miriade di veicoli che scorrazzano sulla “Nettunense”; hanno il potere visivo di esaltare ancor di più il messaggio pubblicitario.

.

.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.