Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /639

Oggi vogliamo accogliere il nuovo anno con un nuovo articolo; un auspicio, una scaramanzia soprattutto.

Ieri ci siamo imposti di lasciare il 2022, il nostro “annus horribilis” per eccellenza, facendo una lunga esplorazione attraverso alcuni dei siti da noi più battuti, escludendo ovviamente i luoghi abbandonati. Quelli, ce lo siamo già ripromesso, torneremo a visitarli molto presto, non appena qualcuno ci darà lo stimolo per farlo; a quanto pare lo stato dell’arte, in questi ultimi tempi, sta languendo; a questa nostra sensazione si aggiunge poi l’atteggiamento di qualcuno che, per troppa presunzione, non vuole metterci a disposizione le proprie opere da condividere!

Ecco quindi il report della nostra escursione di ieri 31 dicembre del bruttissimo 2022; iniziamo dal muro libero di via Renato Cesarini. Lì, abbiamo avuto anche la fortuna di conoscere personalmente uno street artist già capitato nelle maglie della rete del progetto “FotografiaErrante“: si tratta di Batkid. Eccolo mentre realizza il suo pezzo:

Andiamo di fretta, non possiamo fermarci; di Batkid ci interesseremo nuovamente nell’immediato futuro.

Per il resto non ci sono aggiornamenti di rilievo direbbe Mentana; ci preme comunque presentare due murate qui da un po’ di tempo.

_____________________________________________________

Continuiamo il nostro giro; dal quartiere Ardeatino puntiamo verso il centro; dalle parti del “ponte di ferro” ci sta un altro muro libero, quello di Riva Ostiense. Qui troviamo una murata recente, l’hanno realizzato due maestri del writing romano, una coppia molto affiatata! Questo è il loro ultimo muro del 2022.

Soffermiamoci sulla murata.

La murata ha sostituito una analoga realizzata per la ricorrenza di Halloween sempre da Nina e Orgh; noi ne avevamo già raccolta l’immagine; eccola!

Anche qui in una visita precedente avevamo registrato altre murate che ancora oggi sopravvivono; ne documentiamo due che occupano la parte più a sud del muro libero.

_________________________________________________________________

Lasciamo il muro libero di Riva Ostiense e puntiamo decisi verso il Ponte delle Conce; abbiamo saputo dal web che c’è una novità, andiamo a vederla dal vivo.

Avviciniamoci.

_________________________________________________

Si sta facendo tardi; dobbiamo affrettarci, ci attendono altre due mete, l’ultima la dobbiamo raggiungere al tramonto. Andiamo a piazzale Marconi e imbocchiamo la via Portuense; poco dopo deviamo sul piccolo cimitero della Parrocchietta. Ci attendono i piloni che sorreggono la sovrastante via Portuense.

Cerchiamo un pezzo di Gojo e poi chissà cos’altro troviamo; qui manchiamo da molto tempo.

almeno altri due pezzi degni di nota, tra cui un Bol del 2021. Vediamoceli!

________________________________________________________

E ora, di corsa verso la meta finale, è tardi, sta facendo buioi. Arriviamo a Corviale giusto in tempo per lo scatto top. Ci attende un pezzo di JDL, la ricordate, Judith de Leeuw, l’avevamo già incontrata il 28 novembre di due anni fa al quartiere Ostiense (vedi Murale al Giorno 604). Eccolo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.