Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /638

Torniamo a parlare di Street Art, quella con la lettera maiuscola. Siamo andati a scovare il pezzo che vediamo questa sera, in un Centro di Aggregazione Sociale, in quel di Centocelle. Lì opera uno storico “Laboratorio Sociale Autogestito“; lo visitammo per la prima volta ormai circa otto anni fa, quando ci venne l’idea di andare a esplorare, armati della nostra inseparabile fotocamera, i centri sociali di Roma per documentare, in modo imperituro, tutti i murales, tutti superlativi, che vi erano stati realizzati dagli street artist romani e non solo.

Allora, in questo piccolo Centro Sociale, ai più conosciuto con il suo nome antico, “Casale Falchetti“, trovammo un magnifico ritratto di Carl Marx realizzato da un superbo Aladin; e, senza indugio, inserimmo il pezzo nel capitolo dedicato per l’appunto al Laboratorio Sociale Autogestito del nostro libro “La street art romana attraverso i centri di aggregazione sociale” di cui proprio in questi giorni è in corso di produzione prima ristampa della seconda edizione.

Ora veniamo al dunque; circa un mese fa ormai, Croma, una street artist di nostra conoscenza, almeno tre volte entrata dirompente nelle strette maglie del progetto “FotografiaErrante” con altrettanti raffinati pezzi, ha realizzato nel salone del Laboratorio Sociale Autogestito un affresco di ottima fattura. Una spettacolare Lince, simbolo di caparbietà, un felino che non indietreggia mai, che di fronte ai suoi nemici diventa ancor più determinata.

Entriamo da una porta laterale ed ecco il pezzo di questa sera!

Prediamo posizione frontale.

Sii come la Lince, guarda sempre in faccia il tuo nemico!

E ora concentriamoci sulla lince!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.