Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /246

Piccola grande opera questa sera sulla vetrina di FotografiaErrante! Rione Regola, il settimo della città di Roma, siamo nel cuore del Centro Storico Rinascimentale; da via dei Giubbonari imbocchiamo via dei Pettinari, la percorriamo tutta e sbuchiamo sul lungotevere all’altezza di Ponte Sisto. Invece di imboccarlo, scendiamo la scala che ci porta sulla riva sinistra del Tevere, la spalletta che regge il ponte è la nostra meta; su di essa è esposta una opera di JBRock. L’artista molto attento alle problematiche, e sociali e dell’arte, ha voluto denunciare il disinteresse delle istituzioni per la linfa vitale della gente italica.

Nello scorso mese di novembre sono state rubate, ma noi diremmo meglio rapinate, 17 opere dal museo civico di Castelvecchio a Verona; quadri di Tintoretto, Rubens, Mantegna, Tintoretto padre e figlio, Pisanello, Bellini, Caroto hanno preso il volo verso chissà quali lidi, forse vers l’est. E JBRock ha voluto omaggiare a modo suo il Genio di Domenico Robusti figlio di Jacopo Robusti noto come” Il Tintoretto”, esponendo una copia 1/1 proprio del quadro rubato dell’artista vissuto a cavallo dei secoli XVI e XVII.

246a

l’opera

246b

inserita nell’ambiente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.