Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /355

Continuiamo per qualche altro giorno la nostra escursione a Torino. E’ il momento di fare conoscenza con il CSOA Gabrio; tralasciando i convenevoli che presenteremo successivamente, andiamo subito ad uno dei pezzi forti, l’altro sarà una sorpresa per noi romani; l’argomento le migrazioni dei popoli splendidamente rappresentate in una lunga murata di circa trenta metri. Siamo in un ampio potremmo chiamarlo corridoio, che separa quelle che una volta erano le aule di chissà quale scuola, tirata su rapidamente, negli anni settanta, quando il boom delle nascite richiedeva doppi e tripli turni per dare ospitalità ai tanti studenti che frequentavano le elementari , le medie o le superiori. Ecco il pezzo ricomposto non senza fatica in una accettabile immagine panoramica.

355a

parte sinistra, ambiente marino di Dott. Porka

Ora, come di consueto, facciamo una scansione dettagliata dei vari componenti della murata, da sinistra verso destra:

355b

al centro, volto: Le Vel; sulla porta pezzo di Parà

355c

Dott. Porka

355d

pezzo a quattro mani: Parà e Le Vel

355e

volto di ragazzo: Stiv Agnello; volto di ragazza: Jamal

355f

ragazza: 3Z; ragazzo: FA

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.