Per luoghi misteriosi /29

Con le ultime tre puntate presentate sul luogo abbandonato da noi visitato di recente (ricordate Robof, La Franz, Swen e Bons?), pensavamo di aver esaurito una volta per tutte gli argomenti da trattare in merito. Invece, a distanza di pochissimo tempo, siamo dovuti ritornare sui nostri passi perché abbiamo saputo che un famoso street artist spagnolo era entrato per lasciare il segno della propria arte. A fare gli onori di casa è stata la ormai nostra vecchia conoscenza, La Franz. Vediamo cosa hanno realizzato.

Koctel e La Franz
l’ambiente espositivo

ed ecco anche, chicca, la sigla della Crew di appartenenza di Koctel

________________________________________________________

A questo punto avremmo potuto anche tornare sui nostri passi, uscire dal sito e tornarcene a casa. Ma, riflettendo, abbiamo ritenuto invece importante restare e rivisitare, con calma, questa immensa fabbrica abbandonata. Visto che ormai conoscevamo tutti i pezzi colà custoditi, abbiamo pensato che un nuovo giro ci avrebbe consentito di vedere, con occhio più riflessivo e critico, le architetture anni sessanta, i muri scrostati, i colori del tempo, la lenta ma costante ripresa di possesso del luogo da parte della natura; insomma una nuova visita ci avrebbe sicuramente permesso di uscire di lì con un bagaglio di conoscenza molto più grande di quando siamo entrati.

Il primo appuntamento lo avevamo con quel trittico che si era talmente saldato nel muro su cui era stato realizzato da diventarne un tutt’uno, complice anche il sopraggiunto prepotente intervento del fattore umidità.

Ike, Gojo e Robof

___________________________________

Eco poi una carrellata di alcuni pezzi, già visti nel corso della precedente visita, fortemente inseriti nell’ambiente che li custodisce

Robof
Bons, Robof
Robof, La Franz
Robof

Ecco ora un suggestivo scorcio di un’area esterna dove campeggia quell’esercizio calligrafico

_______________________________________________

i pezzi di Robof, Bons e Swen visti da due angolazioni opposte

_______________________________________________

Robof
Swen, Bons
Robof, Mars

______________________________________________

Ed ora, una per tutte, una immagine di un viale di questo ex borgo industriale

____________________________________________________

Havana Family
La Franz, Robof

E buon ultimo, il visitatore misterioso che praticamente sempre ci accompagna nel nostro girovagare

il pezzo è di Robof

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.