Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /516

Un paio di giorni fa, scorrendo la pagina ufficiale di Aloha, ci eravamo imbattuti in un suo splendido pezzo, un poster doppio esposto in un luogo fuori Roma. Ci eravamo riproposti, in in quell’occasione, di contattarlo per reclamare una esposizione di un pezzo altrettanto interessante qui da noi.

Non abbiamo fatto in tempo che, stamane, una voce amica ci ha consigliato di andare di corsa a Testaccio; su un muro di quella piazza, stretta fra l’ex Mattatoio e il monte dei cocci, intitolata a uno dei poeti del popolo di Roma, Orazio Giustiniani, era apparso un poster realizzato ovviamente da Aloha.

Due parole su Orazio Giustiniani; una lapide affissa sulla parete esterna del Mattatoio, oggi ci aveva incuriosito. Orazio, poeta romanesco di un certo spessore, dipendente del comune di Roma, abitava proprio in quell’edificio dove oggi c’è la scuola popolare di musica e dalle cui finestre si ode spesso uscire qualche armonioso arpeggio musicale. Sfortuna volle che un giorno del 1919, Orazio fu inseguito da tal Alessandro Clementi, un operaio del mattatoio, affetto da mania di persecuzione, che prese a colpi di mannaia la sua porta di casa. Orazio restò cosi scosso da quell’episodio che cadde in una profonda depressione dalla quale non riuscì a risollevarsi e dopo alcuni mesi morì.

Ma veniamo al pezzo di Aloha; lo abbiamo trovato esposto su una parete di quel chiosco centrale alla piazza che ospita un piccolo bar; lì, accompagnato a pezzi un po’ obsoleti di Alessio b, Qwerty e Stoker. Accanto poi abbiamo trovato un altro poster che ci ha colpito in quanto riteniamo che l’autore (unico riferimento la scritta “Fake is easy” che ne fa da base), abbia voluto richiamare l’attenzione dell’osservatore sull’idea di mutabilità dei comportamenti di maschi e femmine; infine incorniciano il tutto un pezzo di Merio e uno di FLMingo . Vediamoci ora i primi due pezzi.

separatamente:

e ora avviciniamoci alla coppia di Aloha.

____________________________________________

Adesso allarghiamo il campo visivo alla zona espositiva

Sopra al centro, Merio. Sotto Fake is Easy, Aloha e FLMingo

E ora la presenza umana!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.