Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /537

L’altra domenica, su via dei Fori Imperiali, c’è stata una manifestazione sportiva (il Ping Pong Fest) per pubblicizzare il gioco del Ping Pong; tantissimi tavoli dove tutti i cittadini sono stati invitati a cimentarsi in partite con regole sperimentali ( il TTX) che avevano lo scopo di rendere il gioco più avvincete e spettacolare.

A margine della manifestazione, c’è stata anche una performance artistica dove sono stati chiamati a cimentarsi due artisti del ramo che noi chiamiamo ipercontemporaneo. Uno è un writer puro, lui viene da Milano, si chiama Tomm Alzo (Prince); lo abbiamo colto mentre stava realizzando il suo pezzo su di un tavolo regolamentare di Ping Pong.

il pezzo di Tomm Alzo

L’altro, una vecchia conoscenza del progetto culturale “FotografiaErrante“, è un artista che si è spesso cimentato col muro; lo abbiamo conosciuto anni fa al Museo dell’Altro e dell’Altrove di Metropoliz dove realizzò un paesaggio costellato di alberi antropomorfi (articolo del 20 settembre 2014) che sono diventati col tempo un vero e proprio simbolo della sua arte. Tutti avranno capito che stiamo parlando di Mauro Sgarbi; qui, anche lui su un tavolo da Ping Pong, ha rappresentato, in modo futurista, un giocatore di Ping Pong concentrato nel vivere la sua partita.

il pezzo di Mauro Sgarbi

I due pezzi sono stati destinati alla vendita il cui ricavato è stato devoluto ad associazioni no profit per lo sviluppo di progetti scientifici. In particolare il ricavato della vendita del pezzo di Mauro Sgarbi è stato devoluto a vantaggio della Città della Speranza, una fondazione nata nel 1994 in memoria di un bambino scomparso a causa di una leucemia. L’attività svolta da questa associazione ha permesso di costruire un modernissimo ed efficientissimo reparto di Oncoemetologia pediatrica presso l’ospedale di Padova. Il reparto è oggi centro di riferimento nazionale per la diagnosi delle leucemie acute e per la caratterizzazione molecolare di linfomi e sarcomi e centro di coordinamento di protocolli nazionale ed europei di diagnosi e cura di linfomi, sarcomi, tumori cerebrali ed epatici, tumori rari.

Mauro è qui supportato da una sua gentile ammiratrice con bellissimo cagnolino al seguito

passaggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.