Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /543

Stefano Maria Girardi torna dopo due anni (murale al giorno 427 del 20 ottobre 2017) sulle pagine di FotografiaErrante; anche questa volta ci presenta un personaggio famoso, questa volta reso immortale dalla celluloide. Si tratta di Henry Fonda, in questo caso rivisitato dall’artista. Lui un Cowboy che lascia la pistola e si arma di smartphone; dopo tanti anni nessuno più lo conosce, nessuno gli mette mi piace. Lui chiede a tutti un like, nessuno se lo fila, come ci sembra di capire anche dalle immagini riprese durante la visita al sito espositivo. Per la cronaca siamo al Pigneto, in via Gentile da Mogliano. La parete è quella di in nuovo esercizio commerciale, il Kram; prima lì c’erano una serie di garage con tutte le serrande affrescate da street artist. Noi ne conserviamo la memoria fotografica.

Veniamo ora al pezzo che ci ha spinto a scrivere questo articolo; la sua immagine fotografica sembra che sia destinata a diventare la copertina di un libro stampato da una Casa Editrice Indipendente romana, la “Città Nuova”. Noi ve la presentiamo quindi in anteprima.

il pezzo di Stefano Maria Girardi
Henry Fonda, un doveroso piano americano

incontri

passaggi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.