Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /556

E veniamo all’argomento del momento, quello di cui parlano tutti, a partire dal presidente del Consiglio per arrivare all’ultimo poveraccio del mondo: il Coronavirus.

E’ un momento delicato e importante per tutti, e né il mondo della Street Art, né FotografiaErrante potevano esimersi dal dire la loro sull’argomento.

Tutti sanno ormai cosa sia questo virus, o quanto meno, i problemi che presenta il rischio di diffusione globale del virus stesso. Ovviamente, gli idioti del momento non hanno perso occasione per alimentare quel fuoco di ignoranza che brucia il web, e si sono messi a diffondere falsità, odio razziale, bufale di ogni sorta e chi più ne ha, più ne metta.

A mettere all’angolo la massa di ignoranti che specula sugli eventi sanitari che stanno creando apprensione in tutto il mondo ci ha pensato nottetempo una giovane street artist le cui opere già avevamo incontrato un paio di volte nel nostro girovagare per Roma. Armata di scopa e secchio di colla, Laika_mcmliv, ha esposto sul muro esterno del grande mercato ortofrutticolo di piazza Vittorio, forse il più grande e famoso di Roma, un elegante e incisivo poster, con cui spiega, in maniera comprensibile anche agli idioti di cui parlavamo sopra, piccoli particolari di civiltà!

Il soggetto rappresentato impersonifica Sonia Hang Zhou nota al pubblico romano sia come modella che come gerente di un accreditato ristorante cinese di via Bixio. Sonia è famosa anche per il suo impegno rivolto all’integrazione della comunità cinese nella nostra città!

Io non sono un virus

_____________________________________________________

La posizione espositiva, quanto mai incisiva, a nostro parere dovrebbe aver raggiunto almeno il 50 per cento dei residenti del Rione Esquilino, per la cronaca il XV di Roma, che gravita su questo mercato multietnico. Non basta, anche i mezzi di comunicazione nazionali si sono interessati a questo evento artistico, diffondendo capillarmente, in video e sulla stampa, le immagini relative al poster di Sonia Zhou, facendo conoscere Laika al resto dell’Italia.

Andiamo a veder come il pezzo colpisca l’osservatore di passaggio. Ovviamente la palma spetta a coloro che si sono fermati e hanno interagito con il pezzo.

___________________________________________________

Un plauso, inoltre, va a chi, oltre a fermarsi, ne cattura il ricordo.

_______________________________________________________

Poi ci sono i passaggi di quelli distratti, da qualunque paese vengano, compreso il cinese ovviamente.

_________________________________________________

Infine, non potevano mancare i fotografi, quelli professionisti!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.