Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /563-3

Terzo appuntamento con i 600 poster per Lucha y Siesta. Nei giorni precedenti siamo stati alla fermata della Metro B Piramide e in via della Lungaretta, nel cuore di Trastevere. Oggi andiamo nella prima periferia di Roma, quella a ridosso delle Mura Aureliane. Ci troviamo in via Prenestina, nel tratto tra Porta Maggiore e il Pigneto. Lì, sotto quegli orrendi Ponti della sopraelevata, c’è la Direzione Generale di ATAC, la Proprietaria dell’immobile che ospita la Casa delle Donne di Lucha y Siesta. ATAC ha deciso, su avallo del maggiore e unico azionista della società, di vendere all’incanto, al miglior offerente quell’edificio, la ex stazione ferroviaria di Cecafumo, dove tanti, ma tanti anni fa, fermavano i treni vicinali per i Castelli Romani.

Qui, rispetto a Trastevere, l’ambiente è radicalmente cambiato, a un via vai di persone che si sposta per piacere in un ambiente architettonicamente accogliente, fatto di tinte a toni caldi di stampo mediterraneo, si sostituisce il vuoto cosmico dove la presenza umana è sporadica e chi passa tira dritto, senza degnare di uno sguardo l’ambiente che lo circonda; una strada a due corsie sovrastata da un lungo ponte parallelo con immensi piloni di ferro dipinti di grigio che sostengono un’altra strada, guarda caso grigia anch’essa; sotto i ponti due file ininterrotte di automobili parcheggiate; sul lato che ci interessa, uno stretto marciapiedi delimitato da un lungo muro, mezzo scrostato, che impedisce la vista della direzione generale di ATAC. Questo muro, a malapena e non sempre con successo, sostiene i poster che ora ci vediamo.

Come accennavamo, i passaggi sono sporadici e frettolosi. La gente assorta nei propri pensieri, giovane o anziana che sia, difficilmente si accorge di ciò che li circonda.

Qui i poster sono tantissimi, dato lo stato fatiscente del muro, alcuni si sono già staccati, altri appena si reggono malfermi. Ecco una selezione casuale di alcuni di essi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.