Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /579

Eravamo indecisi se dedicare due articoli a LeDiesis (forse un collettivo artistico) come facemmo nel maggio dello scorso anno, ma questa volta ne facciamo uno solo, ma si tratterà di un articolone. e per quantità, ma soprattutto per qualità.

Dopo il maggio del 2019, è stata frequente la calata di Le Diesis da Firenze a Roma; ogni tanto appariva un pezzo (si tratta di poster come tutti sanno), strategicamente esposto in cornici naturali che si trovano nella Roma rinascimentale, quella compresa fra i “Colli” e il Gianicolo. Il filo conduttore, unico, una donna “Nembo Star” (a noi, vissuti in un’altra epoca, piace chiamarle così; superwoman ci sembra fortemente riduttivo) che con afflato gentile ma fermo, mette sul chi va là gli “idioti”.

Noi, in silenzio, abbiamo registrato ogni cosa e abbiamo anche notato che i pezzi esposti assumevano sempre di più valore artistico di un certo spessore.

Poi alla luce e delle ultime apparizioni, avvenute di recente, abbiamo deciso di procedere alla cronaca e perché no, anche a una retrospettiva che ci ricollegasse alle esposizioni presentate con i “Murali al Giorno 507 e 508″dello scorso anno.

Iniziamo quindi dalle ultime due apparizioni; la prima quella di memoria più attuale, presenta una Giovanna Botteri, giustamente eletta a paladina delle donne più maldigerite dagli uomini idioti, quelli che hanno dentro il cervello (dubitiamo che ne abbiano uno, ma glielo concediamo) uno stereotipo ammuffito dell’identità femminile; potete immaginare quale.

Il pezzo è stato esposto in via dell’arco di S.Calisto, nel Rione popolare di Trastevere. Andiamo a gustarcelo insieme.

Giovanna Botteri Nembo Star, vista da LeDiesis
magistralmente incorniciata

Ora non ci resta che aspettare che accada qualcosa.

__________________________________________

sintonia artistica

_____________________________________________

Il secondo pezzo apparso in contemporanea a quello che raffigura la Botteri, è apparso dalle parti di Capo de’ Fiori, di preciso in via del Biscione. Si tratta di un pezzo commemorativo, una Laika superstar, primo essere vivente, guarda caso femmina, che è uscita dall’atmosfera terrestre e ha viaggiato nello spazio; siamo nel 1957.

la cagnetta Laika vista da LeDiesis

Dal passaggio della gente si rileva la posizione strategica dell’esposizione.

___________________________________________

E fin qui si è trattato di cronaca; ora facciamo un po di storia, recentissima, ma pur sempre storia. Ecco una breve carrellata di pezzi di LeDiesis apparsi dopo la scorsa e state e comunque prima dello scatenarsi della famigerata pandemia da COvid19.

una superba Frida Kahlo esposta in via di S.Elena al Ghetto
oh, sembra vera! (cit)

__________________________________________________

Morticia Addams, apparsa in vicolo della Torre a Trastevere
affacciata alla finestra!

______________________________________________

Lina Wertmuller, prima donna nella storia ad essere candidata all’Oscar come miglior regista
nella cornice naturale del palazzo in via della scala

____________________________________________

E ora giochiamo in casa; è la volta di una superba Anna Magnani; nuova di zecca e già maltrattata (se la vogliono rubare a ogni costo), reduce da una apparizione di un giorno già nello scorso 2019; ora è custodita, sempre a Trastevere, in via della Luce.

Anna Magnani per Le Diesis
in un tipico ambiente caotico romano

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.