Per luoghi misteriosi /118

Articoli precedenti interessanti il sito visitato: 107

Oggi entriamo nuovamente in quella fabbrica abbandonata che abbiamo visitato per la prima volta proprio il giorno di Ferragosto; allora trovammo, oltre a un ambiente industriale spettacolare, pezzi di prima qualità. Oggi vedrete con i vostri occhi che i nuovi pezzi sono ancora più superbi di quelli che abbiamo visto la prima volta.

Dopo un ingresso poco discreto dovuto a una lunga fila di automobili per intensi lavori stradali, entriamo nel primo dei tre capannoni che compongono questo immenso complesso industriale e troviamo un pezzo tutto nuovo, lo stesso che avete visto in copertina.

Muge

Per il resto, niente di nuovo; passiamo rapidamente nel secondo capannone. Anche qui c’è poco, dobbiamo arrivare alla grande porta in ferro che immette al passaggio verso il terzo capannone. Qui troviamo un altro pezzo di Muge, su fondo rosso sacarlatto.

il pezzo di Muge; accanto un sublime volto di Dez

si intravvede un pezzo, nuovo anche questo.

andiamo a vedere.

un lungo guardrail

Nina

___________________________________________

Superiamo anche questa porta ed entriamo nell’ultimo capannone di questo immenso sito di archeologia industriale. Ci giriamo e su una parete un po’ nascosta ecco una chicca di Orgh.

Rogh di Orgh

____________________________________________

E sotto la torre di controllo di questa azienda su una parete di mattoni troviamo il pezzo forte della giornata; un esercizio calligrafico tridimensionale che sembra galleggiare nell’aria, un paio di metri davanti a questo sfondo fatto di mattoni. Verificate anche voi!

il pezzo di Orgh
veramente sotto la torre di controllo

C’è un buco in quella parete lì di fronte, si scorgono macchinari strani; andiamo a vedere se possiamo fare qualche scatto di questo pezzo da un’angolazione diversa. Andiamo dall’altra parte e prima di prendere posizione troviamo un altro pezzo, nuovo anche questo.

Rogh di Orgh

MA non distraiamoci, andiamo a posizionarci vicino a quell’apertura che avevamo visto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.