A zonzo con Dante e Virgilio – 16

Notoriamente il sedicesimo canto dell’Inferno Dantesco è quello dei Sodomiti. Chiamato a realizzare il pezzo sulla campana di via Mattia Battistini 113 era uno dei più grandi e impegnati street artist della piazza romana. Eventi avversi hanno fatto si che lui rinunciasse all’incarico e noi di questo ne siamo molto, ma molto, dispiaciuti.

Nell’ultima parte del testo del XVI canto appare anche una delle figure cardine di tutta la cantica; tal Gerione, ma di lui sapremo tutto nel prossimo canto.

Bruciata la frittata, come si usa dire dalle nostre parti, si è corsi subito ai ripari. A realizzare il pezzo su quella campana è stata chiamata una coppia (tale anche nella vita) di writer, che ha colto immediatamente l’occasione di mettere per un attimo (solo figuratamente) da parte Dante e per parlare di una cosa attuale, che più attuale non si può; solo i politici non se ne sono accorti.

Stiamo parlando del naufragio della Proposta di Legge Zan, legge reclamata a gran voce dalla gente comune, quella che vive i disagi della vita tutti i giorni; una legge che potrebbe proteggere la parte debole e indifesa della popolazione. Proposta di legge affossata dalla mentalità retriva di un paese che non riesce più a stare al passo con i tempi. Stanno tutti precipitando dalle pareti di ghiaccio di un Iceberg ma tentano inutilmente di restare appesi con le loro unghie ricurve; precipiteranno nell’oceano gelido e saranno sostituiti da nuove generazioni, probabilmente quelle dei migranti che loro stanno, anche in questo caso, tentando invano di respingere.

Quando, correndo ai ripari per il forfait improvviso dello street artist designato, furono consultati Nina e Orgh per mettere mano a quella campana, i due accettarono e, visto che in quel periodo c’era stato il voto contrario al Senato alla proposta di legge Zan; i due decisero di mettere su quella campana una immensa bandiera arcobaleno.

Ancor di più vollero rappresentare una Lonza Dantesca, e qui ritorniamo in tema, che insieme al Leone e alla Lupa, tenta di sbarrare la strada a Dante nel primo canto dell’Inferno, che, con i denti a tagliola, squarcia quella bandiera arcobaleno.

Un plauso immenso a Nina e Orgh! Bravissimi!

Arrivammo proprio quando Nina e Orgh stavano chiudendo il pezzo.

Nina, supportata da Alice, descrive il pezzo

Ora non ci resta che vedere il pezzo terminato.

lato A – la bestia cattivissima, allegoria di chi ha affossato la proposta di legge Zan
lato B – l’arcobaleno che comunque sopravvive a ogni temporale

________________________________________________

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.