Oggi è passato un treno /50

E’ passato un anno dall’ultima volta che abbiamo dedicato un po’ di tempo ai treni che portano a spasso per l’Italia pezzi di un’arte di strada fatta di colori e immagini affascinanti. I pezzi che compaiono sulle pareti dei treni potremmo definirli la sezione più estremistica di un movimento che vuole svegliare la gente, a suon di colori, musica e ogni altra espressione che riesca a distogliere le masse dall’abbrutimento di una vita fatta di consumi superflui, accondiscendenze, alienazione.

Intenti in una delle nostre attività mattiniere siamo stati richiamati da una frenata sibilante più del solito di un treno che faceva la sua fermata di routine; allungato l’occhio, abbiamo visti di sfuggita che a bordo, oltre ai viaggiatori, ci fossero anche alcuni pezzi multicolori.

Fatti i dovuti calcoli abbiamo stabilito che nel giro di una quarantina di minuti il treno si sarebbe ripresentato e noi; dopo esserci armati della nostra strumentazione di ripresa, non ci siamo fatti trovare impreparati. All’arrivo del treno eravamo appostati lì, con i sole di fianco e abbastanza velato per non farci lottare con chiaro scuri spigolosi e complessi.

prima vettura
seconda vettura
terza vettura

_________________________________________________________

Il tutto è avvenuto con il treno in movimento; ci volgiamo alla provenienza e con stupore accertiamo che ci sono ancora altri pezzi in arrivo.

altre due vetture stracolme
quarta vettura

in dettaglio!

quinta vettura

Anche i questo caso vediamo i pezzi da vicino.

_____________________________________________________________

Espletato il servizio viaggiatori il treno se ne va!

____________________________________________________

MA accertiamo a questo punto che non è finita; le ultime due vetture, la settima e l’ottava, ci riservano altre due sorprese in movimento.

_______________________________________________

E ora veramente,

il treno se ne va!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.