A zonzo con Dante e Virgilio – 30

Lasciamo per un attimo Dante e Virgilio ai bordi della quarta zona di Cocito e torniamo a Roma, dalle parti di via Gregorio VII. Lì, in un angolo, sul muro di una scuola, una nostra conoscenza sta realizzando un pezzo, sempre nell’ambito del progetto GAU-Dante 2021. Si rinnova quindi la tradizione di sugellare ogni progetto annuale di GAU-Gallerie Urbane incentrato sulla sensibilizzazione dei Romani sull’uso opportuno della raccolta differenziata dei rifiuti urbani, intervenendo in particolare sulla trasformazione in opere d’arte di un certo numero di campane per la raccolta del vetro, anche con la realizzazione di un murale nel senso classico della parola.

L’autore del muro di quest’anno è Teddy Killer; lasciamo dire a lui quali sono le motivazioni che lo hanno spinto a scegliere il soggetto dell’opera:

Ho lavorato sul concetto di Natura, rappresentandola come se fosse un/una bambino/a irriverente.
All’uomo che tenta di imbrigliarla e soffocarla risponde con un gesto non scontato e innocente:
la linguaccia.

il bozzetto

___________________________________________________________

la parete affrescata
il/la bambino/a irriverente
da sotto il muro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.