Un murale al giorno (toglie la malinconia di torno) /419

In attesa che Maupal faccia esplodere uno di quei poster che mobilitino stampa  e televisioni o che comunque richiamino perentoriamente l’attenzione della gente, ci siamo recati, qualche tempo fa nel luogo da lui più amato di questa grande città, quello che lo ha visto nascere e crescere e che non ha mai abbandonato, il rione Borgo, il ventiquattresimo di Roma, uno dei soli tre che si trovano sulla riva destra del Tevere: ci siamo andati per scovare e documentare alcuni piccoli poster sagomati che avevamo avuto notizia fossero stati esposti proprio dalle parti di Borgo Vittorio.

Una particolarità: tutti questi piccoli poster hanno un fattore comune, i personaggi rappresentati da Maupal trovano riscontro nella realtà locale a hanno comunque un legame, o di lavoro o di residenza, con il Rione.

Buona visione!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *